Il memoriale si trova nei pressi della stazione ferroviaria da dove, nel 1943 e nel 1944, vennero deportati ad Auschwitz gli ebrei catturati dai tedeschi sulle montagne intorno a Borgo San Dalmazzo, città decorata nel 2001 con la medaglia d’oro al merito civile. L’opera, creata nel 60° anniversario della fine della seconda guerra mondiale, è costituita da una piastra in cemento armato, un’ipotetica banchina di servizio ai vagoni merci retrostanti, che sostiene venti sagome in piedi rappresentanti i sopravvissuti e trecentotrentacinque lastre fissate a terra riportanti il nome di ogni deportato che non ha fatto ritorno dai campi di sterminio.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offriti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie Maggiori informazioni.

  Accetto l'uso dei cookies da questo sito.