Il nome deriva dalla rupe che sovrasta l'imbocco della valle Stura, sulla quale sorgeva un castello, oggi ridotto a pochi resti. L'abitato conserva delle antiche mura la Porta Bolleris. Nella piazza principale, che ospita anche la chiesa parrocchiale del XV secolo dedicata a Sant'Antonio, si trova una fontana coperta in pietra, adibita a lavatoio. Il paese conserva l'aspetto di un borgo medioevale. Ai piedi della rocca, lungo la strada per Rittana, si incontra la Cappella della Madonna delle Grazie, del XIX secolo, circondata da un ampio porticato. Sulla piazzetta principale si affacciano la Parrocchiale di Sant'Antonio e il Municipio. I boschi di castagno costituiscono la maggior risorsa del paese. L' agricoltura si basa sulla coltivazione dei frutti di bosco, degli ortaggi e delle piante da frutta, in particolare delle mele. I turisti affluiscono anche attratti dall'attività canoistica praticata sul fiume Stura.

Informazioni utili:

Comune di Roccasparvera

Piazza Quattro Martiri, 4 - 12010 Roccasparvera (CN)
Telefono: 0171-72933
Fax: 0171-717013
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.