Paesi e borgate

Percorso dal torrente Vermenagna, Limone Piemonte segna il passaggio tra il Piemonte, la Riviera di Ponente e la Provenza; la cittadina è collocata in prossimità del valico del Colle di Tenda sulle Alpi marittime e conserva al suo interno un centro storico tipicamente alpino. La Piazza Centrale vanta di una fontana risalente al XVI secolo, decorata con stemmi del paese e di Casa Savoia. L'origine del nome non ha alcun legame con il frutto di limone seppur da tre secoli compare nello stemma comunale.
A ridosso di questa città vi è Limonetto, una borgata storica da cui si possono raggiungere piedi tre aree protette: il Parc du Mercantour, il Parco Regionale delle Alpi Marittime e il Parco del Marguareis. Dopo essere stata una delle prime stazioni sciistiche italiane, ora è la principale della provincia di Cuneo. Lo sci alpino sul comprensorio sciistico Riserva Bianca Limone Piemonte conta 80 km di piste e 17 impianti di risalita. Terminata la giornata sciistica è possibile ristorarsi nei bar per gustarsi favolose crepes dolci ma anche salate, oltre alle cioccolate calde e alla tradizionale caffetteria. Durante il periodo estivo si possono compiere gite in famiglia sulla Valle delle Meraviglie facente parte del colle di Tenda, in cui sono state scoperte più di 40.000 incisioni rupestri risalenti all’età del bronzo.


Informazioni utili:

Comune di Limone Piemonte

Via Roma, 30 - 12015 Limone Piemonte (CN)
Tel. 0171.925281
Fax 0171.925289
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito istituzionale: www.limonepiemonte.it

 

 

Ufficio Turistico di Limone Piemonte

Via Roma 32 - 12015 Limone Piemonte CN
Telefono 0171 925240
Fax 0171 925249

 

Leggi tutto...
La cittadina di Roccavione sorge in una zona pianeggiante situata nel punto d'incontro delle Valli Gesso e Vermenagna. Il territorio è stato privato delle sue risorse attraverso l'apertura di molteplici cave estrattive che hanno modificato in maniera indelebile la geomorfologia. Nel tratto pianeggiante sono sparite le coltivazioni di gelsi per il declino dell'industria serica ma rimangono numerosi gli alberi da frutta come noci, ciliegi, meli e peri coltivati da privati. Largamente diffusi sono i boschi di castagni in cui si possono scorgere funghi, fragole selvatiche, lamponi e mirtilli. Grazie alla diffusione dei boschi di castagni, la cittadina festeggia in ottobre “la castagna” con grandi onori alla sagra del Marrone, la più antica sagra del marrone in Piemonte. Un’occasione per promuovere i prodotti locali. Più in alto, oltre i mille metri si stendono folte selve di faggi, tigli, querce e noccioli. Mille fiori variopinti adornano i boschi ed i prati: quando è ancora inverno primule e bucaneve spuntano ovunque; a primavera sbocciano le viole, i narcisi, i ranuncoli, le orchidee, la genzianella e l'arnica in estate la lavanda spunta sui costoni rocciosi. 

Informazioni utili:

Comune di Roccavione

Via Santa Croce 2 - 12018 Roccavione (CN)
Tel. 0171 767108
Fax 0171 757857
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito istituzionale: www.comunediroccavione.it

 

 

 

Leggi tutto...
Il toponimo deriva da "rivo bullante",o meglio: rio gorgogliante perché il paese è attraversato dalle acque del torrente Cialancie, affluente del Vermenagna. Un aspetto curioso di questo paesello è il museo della fisarmonica. Tale strumento è la testimonianza lampante che la musica e i balli sono la tradizione più sentita di Robilante poichè il rapporto fra il numero degli abitanti e quello dei suonatori è tra i più alti dei paesi italiani. Ogni famiglia possiede almeno una fisarmonica o un clarinetto per festeggiare in armonia. Le numerose cappelle campestri possono essere meta di piacevoli escursioni naturalistiche. Un breve giro turisco a piedi permetterà di ammirare la facciata della Parrocchiale di San Donato(XVIII secolo) al cui interno è conservato un pregevole Crocifisso ligneo del XIV secolo. Nei pressi della chiesa, in via Eminia, si può ammirare un piccolo affresco quattrocentesco di buona fattura, raffigurante una Madonna con Gesù Bambino. Non molto distante è situata l’ex Chiesa di Santa Croce, sconsacrata negli anni Sessanta e attualmente adibita a salone della Pro Loco.

Informazioni utili:

Comune di Robilante

Piazza Regina Margherita 27 - 12017 Robilante CN

Tel. 0171 78101

Fax 0171 789103

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito istituzionale: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

Leggi tutto...
Vernante è una buona meta in mezzo alla natura incontaminata nel verde delle montagne, per un soggiorno dedicato a grandi e piccini. Sulle facciate del centro storico sono presenti numerosi murales raffiguranti le avventure di Pinocchio realizzati da due pittori del luogo come omaggio alle tavole del pittore Attilio Mussino che visse i suoi ultimi anni nel paese alpino, in suo onore è stato inaugurato nel 2005 il Museo Attilio Mussino, che conserva e divulga il lavoro dell'artista presentandone le tavole, i dipinti, i bozzetti, libri e riviste illustrate da Mussino. La "Tourusela" invece è il Castello medievale di Vernante costruito intorno all’anno 1275 per controllare la strada del Colle di Tenda e riscuotere le imposte. I resti del castello sono facilmente raggiungibili attraverso una strada panoramica. Altra meta interessante è il Santuario della Madonnina della Valle eretto nel 1400 come ex voto fatto dagli abitanti di Vernante in occasione di un'epidemia di peste. Oltremodo famosi sono i “Vernantin”, coltelli prodotti artigianalmente ricavando la lama da un pezzo di acciaio, successivamente monta sul manico ricavato dall’osso di bue o di montone.

Informazioni utili:

Comune di Vernante

Via Umberto I n. 87 - 12019 Vernante (CN)
Tel. 0171/920104
Fax 0171/920698
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito istituzionale: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Leggi tutto...